Con il tempo che corre puntata del 01/07/2014

L’uccisione di tre ragazzi rapiti in Cisgiordania dà il via alla rappresaglia di Israele contro Hamas mentre la procalamazione del califfato di Baghdad segna una nuova tappa nel processo di radicalizzazione della lotta armata in Iraq: ne parliamo con Giuseppe Solinas, inviato di Rainews appena rientrato dall’Iraq, e con Bernard Selwan Khoury, responsabile dell’Osservatorio Geopolitico Medio Oriente in Roma.

Ha ancora senso una chiave interpretativa del Novecento per l’arte contemporanea? Il prof.
Daniele Radini Tedeschi, storico dell’arte, critico e Direttore Artistico dell’Esposizione Triennale di Arti Visive 2014 a Roma ci introduce alla ’tilt estetica’.

L’arrivo del barcone carico di trenta cadaveri di migranti ci riporta sul molo del porto di Pozzallo, in collegamento con Pino Finocchiaro: la forza delle immagini ricorda il dramma di migliaia di persone che si imbarcano rischiando la vita pur di provare a raggiungere l’Europa.

Benessere, salute e dieta si rincorrono nell’estate delle spiagge e … delle palestre dell’ultimo momento: Filippo Ongaro, direttore scientifico dell’istituto di medicina rigenerativa a Treviso, ci aiuta a non esagerare mentre Laura Cervellione porta alla luce il fenomeno crescente dell’offerta di trattorie, gelaterie, negozi di alimentari per vegani.

E infine, il libro-inchiesta di Daniele Sanzone, musicista con gli A67, sulla camorra nella canzone popolare napoletana: un viaggio nella storia della musica e della criminalità organizzata degli ultimi quarant’anni, senza sconti e facili assoluzioni anche per gli autori della ‘musica impegnata’.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *